IL CENTRO VISIONE TOPOGRAFIE CORNEALI ALTRI SERVIZI
APPLICAZIONE LENTI A CONTATTO E ORTOCHERATOLOGIA PRODOTTI CONTATTI
  PROTESI OCULARI  
 
introduzione | chi è l'OCULARISTA | lavorazione di una PROTESI OCULARE | VANTAGGI  


Confronto di protesi oculari in vetro CRYOLITE
e protesi in materiale plastico ( resina PMMA)



VETRO CRYOLITE RESINA (PMMA)
VANTAGGI SVANTAGGI VANTAGGI SVANTAGGI
Buona lubrificazione del vetro, il film lacrimale non viene danneggiato ma si distribuisce con regolarità sulla superficie della protesi che resta sempre umida Si può rompere solo se fatta cadere Infrangibile Scarsa lubrificazione del materiale, il film lacrimale viene danneggiato a tal punto che la superficie della protesi restando asciutta causa irritazione alle palpebre
Superficie dura, regolare e lucida in quanto lucidata a fuoco     Come molti materiali plastici, il PMMA è un materiale meno duro rispetto al vetro per cui la superficie della protesi ,risulta usurata anche dopo averla portata per un breve periodo
Buona compatibilità biologica perchè composta da materiale inorganico che non provoca allergie     Possibili reazioni allergiche
Viene realizzata su misura nel corso della prima visita e immediatamente consegnata al paziente     Il tempo di realizzazione di una protesi in resina è molto lungo e il paziente deve recarsi dall'ocularista 2 o 3 volte


Confronto della lubrificazione sulla protesi in vetro CRYOLITE e protesi in materiale plastico ( resina PMMA)

Nelle seguenti fotografie, viene messo in evidenza come la lubrificazione, a causa della resistenza che il liquido incontra sulle superfici di entrambe le protesi, sia visibilmente diversa l'una dall'altra:

VETRO CRYOLITE RESINA (PMMA)
Il liquido si distribuisce e scivola in modo naturale sulla superficie liscia e regolare della protesi in vetro la quale, restando sempre umida, consente una naturale chiusura e apertura della palpebra. Il liquido non si distribuisce ma resta fermo sulla protesi in resina che, rimanendo asciutta, può causare irritazioni alle palpebre ed infiammazioni alla cavità oculare.

Immagini di entrambe le superfici
viste con l'ausilio di un microscopio

VETRO CRYOLITE RESINA (PMMA)
Protesi oculare in vetro cryolite
non usata
evidente come la superficie lucidata a fuoco risulti liscia anche con un ingrandimento 25 volte superiore rispetto alle altre fotografie.
Protesi oculare in resina
non usata

evidenti i difetti ed i graffi tipici che si formano durante la fase della lucidatura (fase finale della lavorazione).
Protesi oculare in vetro cryolite
dopo 1 anno di utilizzo
sono visibili piccoli graffi superficiali.
Protesi oculare in resina
dopo 1 anno di utilizzo

sono visibili molteplici solchi, larghi fino a 150 μm, rendendo la superficie abrasiva.